Cisalpina, Bluvacanze, esito incontro 12/12/2017

Cisalpina, Bluvacanze, esito incontro 12/12/201712/18/2017

Roma, 18 dicembre 2017
    Testo unitario

    Il giorno 12 dicembre abbiamo incontrato Cisalpina/Bluvacanze per proseguire il confronto, già iniziato nei precedenti incontri, sul rinnovo dell'accordo sul servizio H24, in scadenza al 14 dicembre 2017.

    Nella discussione abbiamo ribadito la necessità di stabilire un orario standard e di individuare dei meccanismi per una distribuzione equa e limitata dei turni del sabato, della domenica, dei notturni e degli orari dalle 6 alle 8 e dalle 20 alle 22.

    Abbiamo ribadito le criticità riscontrate nell'anno di sperimentazione, soprattutto riguardo le sedi più piccole dove è stata maggiore l'l'incidenza dei turni più disagiati.

    Abbiamo quindi rigettato l'impostazione aziendale che prevedeva l'estensione dell'orario normale di lavoro, compresa la giornata di sabato, e raggiunto un accordo che prevede:

    - la definizione dell'orario di lavoro normale nelle giornate dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20;
    - la conferma della copertura dei turni H24 con un meccanismo che in prima battuta si basa sulle volontarietà comunicata dai lavoratori sul calendario dei presidi comunicato dall'azienda senza nominativi corrispondenti ai turni. Eventuali deroghe a questo principio (ovvero la compilazione preventiva da parte dell'azienda della turnistica H24) dovranno essere concordate con le RSA di sede;
    - la conferma dei tetti di 6 giornate nel W.E. per ciascun lavoratore e 4 notturni (su base annua);
    - l'introduzione di un tetto di 10 turni 6/8 e 20/22 oltre ai quali l'azienda riconoscerà una maggiorazione oraria del 10%;
    - un nuovo sistema di trattamento dei festivi basato esclusivamente volontarietà;
    - la conferma dell'impostazione del rapporto di lavoro part time che deve essere basato su un accordo che preveda la prestazione di lavoro a tempo ridotto da lunedì al venerdì con orari definiti. L'adesione al servizio h24, e quindi alle clausole elastiche e flessibili, deve essere svolta in atto separato e può essere rescissa in qualunque momento.

    L'accordo rappresenta un ulteriore passo in avanti (seppur nel non lineare quadro di relazioni con Cisalpina) verso la realizzazione di un accordo di secondo livello riguardante anche altri elementi economici e normativi. Su questi aspetti il confronto è aggiornato al 30 Gennaio.

    A margine dell'incontro abbiamo ancora una volta segnalato all'azienda la necessità di intervenire sulla strutturale carenza di organico, sia con assunzioni che con la finalizzazione dei percorsi di ricollocazione interna riguardanti la sede di Rosta.
      p. la Filcams Cgil Nazionale
      Luca De Zolt


      Filcams CGIL Nazionale Via Leopoldo Serra,31 00153 Roma
      http://www.filcams.cgil.it